Trama, cast, personaggi e data di uscita della nuova serie crime ambientata a Londra

Sono numerose e molto diverse fra loro le serie uscite nel nuovo anno: tra queste, spicca “Criminal Record“, composta da 8 puntate. Ogni mercoledì, a partire dal 10 gennaio 2024, un nuovo episodio di questa affascinante e avvincente serie crime ambientata a Londra.
“Criminal Record”, in italiano “fedina penale”, affonda ampiamente le mani in uno spinosissimo calderone fatto di razzismo, misoginia e violenza.
Una telefonata anonima porta due brillanti detective a confrontarsi su un vecchio caso di omicidio: lei è una giovane donna all’inizio della sua carriera, mentre lui è un uomo ben inserito e determinato a proteggere la sua reputazione. La serie tocca questioni razziali, fallimenti istituzionali e la ricerca di un punto d’incontro in una Gran Bretagna polarizzata.

“Criminal Record”: produzione, cast e personaggi

Protagonisti assoluti della nuova serie sono Peter Capaldi, famoso per “Doctor Who” e “The Thick of It”, nei panni dell’ispettore capo Daniel Hegarty e Cush Cumbo, nel ruolo del sergente June Lenker.
Prodotta per Apple TV+ da Tod Productions e STV Studios, e prodotta esecutivamente dalla vincitrice del BAFTA Scotland Award Elaine Collins, Rutman, Capaldi e Jumbo, la serie è diretta dal vincitore del premio BAFTA Jim Loach e da Shaun James Grant. Completano il cast di “Criminal Records” la giovane Aysha Kala, che interpreta Sonya Singh, Stephen Campbell Moore (Leo Hanratty), Cathy Tyson (Doris Mattis), Zoë Wanamaker (Maureen), Shaun Dooley (Kim Cardwell) e Tom Moutchi (Errol Mathis).

Potrebbe interessarti: In arrivo “Expats”, la nuova miniserie Prime Video con Nicole Kidman e un cast tutto al femminile

Dove e quando vedere “Criminal Record”

La serie ha esordito con i primi due episodi il 10 gennaio 2024, seguiti da nuovi episodi ogni mercoledì fino al 21 febbraio in esclusiva su Apple TV+ (qui il trailer).
Oltre al tema del pregiudizio razziale, un altro punto centrale della nuova serie uscita nel 2024 è il rapporto genitori-figli. Infatti, ci viene mostrato come spesso la lotta per le famiglie degli altri faccia spesso trascurare la propria ai poliziotti protagonisti. In questo caso entrambi i detective devono fronteggiare diversi problemi familiari: June è sposata e ha un figlio dodicenne, anche Daniel ha le proprie gatte da pelare in casa.
Si parla inoltre di corruzione della polizia, sistema marcio, istituzione imperfetta e fallimentare, polarizzazione dell’opinione pubblica, tema più che mai attuale. Tutto questo è stato possibile anche grazie alla regia di Jim Loach, figlio di Ken Loach, e Shaun James Grant.

Continua a leggere su Chronist.it