L’attore fa parlare di sé per un video girato sui social in cui prende di mira i modelli che appaiono sul cartellone: le parole di Walter Nudo sulla pubblicità di Valentino

In attesa che il suo volo cominci le dovute procedure d’imbarco, tra uno sbadiglio e una passeggiata intorno al gate, direttamente dall’aeroporto di Milano Linate, Walter Nudo si sofferma sulla pubblicità di Valentino. E lì, decide di premere il tasto “rec” del suo smartphone per immortalare uno sfogo social in presa diretta. “Voglio condividere con voi una cosa”, esordisce l’attore. Walter spiega di trovarsi all’aeroporto del capoluogo meneghino e di essersi imbattuto in “questa pubblicità qua di Valentino”. Entra subito nel tema che vuol sollevare: una presunta “mancanza” di mascolinità e femminilità nei corpi dei modelli rappresentati sui cartelloni esposti in aeroporto. “In questa pubblicità – dice – non vedo nessuna mascolinità e nessuna femminilità. Se questo è il messaggio che diamo ai ragazzi che lo vedono, i ragazzi non hanno punti di riferimento, non hanno basi”.

La reazione social: “Sei antico, aggiornati”

Non si salva alcun momento dello sfogo per molti utenti del web che hanno tacciato il personaggio del mondo dello spettacolo come “retrogrado” e “arretrato”, ma se c’è un momento in cui il social ha davvero perso la pazienza, è il seguente: “Quindi se poi escono fuori di testa con questa confusione, è normale. Se poi hanno bisogno di andare da uno psicologo è normale, perché non li aiutiamo per niente. Cerchiamo di essere più chiari”. Non solo attore e personaggio del piccolo schermo, Walter è stato anche un modello. Ed è proprio il suo passato che gli rinfacciano gli utenti della Rete, accusandolo di essere ormai diventato un noioso uomo dalla mentalità “antica” con idee e pensieri “anacronistici”.

Lo sfogo si chiude con una delle tradizionali paternali tipiche dell’ex modello, sfoggiate a più riprese anche nei reality a cui ha preso parte. Come l’Isola dei Famosi, che tra l’altro vinse, e il più recente Grande Fratello Vip. Quello della “paternale” è un altro aspetto per il quale gli utenti manifestano il proprio malcontento: l’atteggiamento che vuol essere protettivo viene letto come “inopportuno” e “antiquato”. “Noi vaccinati, anzi, noi grandi – conclude Nudo – cerchiamo di avere più responsabilità e far capire cosa è maschile e cosa è femminile. Perché in una coppia questo è importante”.

Continua a leggere su Chronist.it