Tragedia per il mondo della ginnastica artistica: Mia è deceduta dopo un malore improvviso, come comunicato dalla Bbc. “Era un astro nascente”

Lutto per il mondo dello sport, ma non solo: la ginnasta Mia è morta a 16 anni per “probabile infarto”, come riporta la Bbc. La tragedia ha scosso il mondo dello sport, Mia Sophie Lietke, il suo nome completo, era diretta verso le Olimpiadi del 2028 grazie al suo talento nella ginnastica ritmica. Ragazza 16enne tedesca, ci lascia così giovane per cause ancora misteriose.

Si è parlato di un malore improvviso, che l’abbia colpita senza alcun segno premonitore, né il giorno della tragedia, né nelle ore e nei giorni precedenti. Ad annunciare la sua morta è la Federazione tedesca di ginnastica, la DTB (acronimo di Deutscher Turner-Bund). Sul suo caso è stata aperta un’inchiesta, al fine di vederci chiaro e stabilire con certezza quali siano state le cause della prematura morte.

Mia Sophie Lietke, la ginnasta morta a soli 16 anni: chi era?

La notizia ha sconvolto i familiari e i conoscenti e tutti coloro che la seguivano e la conoscevano attraverso il percorso sportivo promettente intrapreso sin dalla giovanissima età, com’è solito in questi casi. Stava bene, era forte e in forma, dimostrava miglioramenti quotidiani.

Anche questo rende la tragedia ancora più misteriosa, cupa, triste e dolorosa per i familiari, che sperano in risultati veloci nell’inchiesta aperta. La triste fine della giovane ginnasta tedesca di soli 16 anni è avvenuta lo scorso giovedì 16 novembre, ma solo nelle ultime ore la Federazione tedesca, di cui è stata campionessa dei junior di cerchio lo scorso anno, ha dato il terribile annuncio.

Mia è morta da detentrice del titolo prestigioso ottenuto un solo anno fa ed era pronta a competere per i Giochi Olimpici che si terranno tra cinque anni a Los Angeles. “Era il suo sogno”, ricordano i familiari. Lei “era destinata a percorrerlo”.

Continua a leggere su Chronist.it