Marcello Mastroianni è stato un grandissimo attore italiano celebrato e ammirato in tutto il mondo per tante interpretazioni di successo. Nato in provincia di Frosinone aveva però un grande rapporto con la città di Napoli e i napoletani.

Tra gli artisti italiani più conosciuti e apprezzati all’estero c’è Marcello Mastroianni. Un attore capace di ottenere in carriera ben tre candidature per il premio Oscar per il miglior attore protagonista grazie a pellicole che hanno fatto la storia come Divorzio all’italiana, Una giornata particolare  e Oci ciornie. Particolarmente fruttuosa è stata la sua collaborazione con Sophia Loren al fianco della quale ha recitato in molteplici pellicole come La moglie del prete, La bella mugnaia, Peccato che non sia una canaglia e tanti altri.

Nato nel 1924 in provincia di Frosinone, ha sempre avuto un amore particolare per la cittadina di Napoli e per i napoletani. In una delle sue ultime interviste ha parlato proprio di questo suo rapporto speciale e dell’amore che ha sempre avuto per questa città. È un Mastroianni che si avvia nella fase conclusiva della sua vita e lo si vede con capelli grigi e viso incavato mentre sta comodamente seduto in riva di una spiaggia per iniziare il suo racconto.

Il legame con la città di Napoli e i napoletani

Mastroianni nel corso della sua carriera più volte si è ritrovato a girare a  Napoli per la realizzazione di numerose pellicole. Questo gli ha permesso di conoscere tante persone e di apprezzare il vero spirito della città. Nel corso dell’intervista, infatti, Mastroianni racconta di come Napoli debba essere considerata per la sua unicità e per la straordinaria intelligenza dei suoi cittadini. Sottolinea che proprio perché troppo speciale non è possibile che tutte le persone possano comprendere le sue bellezze, i modi di vivere e di affrontare la quotidianità. Ne decanta la grande ospitalità verso lo straniero, i modi di fare, la capacità dei napoletani nel saper dire anche cose spiacevoli ma in maniera garbata facendole diventare quasi piacevole.

L’aneddoto Roma-Napoli di Mastroianni

Nell’intervista Mastroianni ci tiene proprio a raccontare un piccolo aneddoto capitato a Napoli e a Roma. Nella Capitale mentre si trovava a passeggiare per via Veneto, delle persone lo vedono e rimarcano ad alta voce la presenza di rughe che attraversano il suo viso. Lo stesso fatto più o meno gli è capitato anche a Napoli soltanto che le persone gli hanno fatto notare questa cosa con dolcezza e garbo. In particolare una persona si è avvicinato a lui e ha detto: “Marcelli’, ci simm fatt vecchiareiell eh? O vulit nu café?”. Nel corso dell’intervista Mastroianni evidenzia a più riprese tutte le sfaccettature del classico carattere dei napoletani che sono certamente rispettosi delle loro tradizioni e che riescono sempre a vedere il lato positivo della vita per affrontarla con il sorriso e in maniera ottimale.

Proprio questa forza di mantenere vive le tradizioni si può notare in tantissimi aspetti e in particolare l’attore sottolinea che, nonostante gli americani siano rimasti a lungo tempo nella città di Napoli, praticamente non c’è più traccia delle loro abitudini e dei loro modi di fare. Un vero attestato di affetto e amore nei confronti della città partenopea soprattutto per il modo in cui è stato sempre accolto e coccolato.

Continua a leggere su Chronist.it