Ritorna sull’ex Valerio Mastandrea la Cortellesi, intervistata dal Settimanale Oggi: i due ebbero una relazione oltre quindici anni fa

Paola Cortellesi torna a parlare dell’ex Valerio Mastandrea, soprattutto di quella volta che lo prese “a schiaffi”. Attenzione a non soffermarsi alle apparenze, perché tutto possiamo dire dell’ex coppia, tranne che quello che abbiamo visto nei film a cui hanno preso parte insieme sia sinonimo della realtà. Il set è una cosa, la vita vera un’altra. Oltre quindici anni fa ebbero una relazione d’amore, e non solo nei film interpretati. L’attrice si sbottona al settimanale Oggi, parlando proprio di ex e non poteva mancare la domanda sul bravissimo attore e doppiatore romano. Pungenti come sempre, dalla rivista le fanno notare che Paola orbiterebbe molto attorno al mondo dello spettacolo, rispettando in pieno i cliché della vita. “Si tratta di una questione di logistica”, spiega lei. “È statisticamente dimostrato che parecchie coppie nascano in ambiente professionale”. Quindi, hai voglia a dire di non voler cadere nel tranello, statisticamente, secondo il ragionamento della Cortellesi, ci si casca e basta.

Gli schiaffi

Ci può stare effettivamente come ragionamento: la vita di oggi, il lavoro di oggi, che risucchia le intere giornate delle persone. Chi è single fa fatica a cercare la sua nuova metà. Ma, tornando alla relazione con Valerio, erano giovani, provenivano da altri tempi. In “C’era ancora domani”, da record d’incassi al box office, interpretano Delia e Ivano, una focosa coppia di Testaccio che fatica ad andare avanti e ad arrivare alla fine del mese. E mentre lei si destreggia tra lavoretti di fortuna, arrivando a condurne tre consecutivamente, lui sprofonda nella sua follia, nervosamente, arrivando a picchiarla. Ebbene, quando tre anni fa Amica.it aveva chiesto alla Cortellesi “quante volte hai fatto finta di sbagliare per ripetere la scena dello schiaffo al tuo ex fidanzato Valerio Mastandrea?”, lei rispose, sorridendo: “L’abbiamo dovuta ripetere più volte, ma l’abbiamo fatta sempre giusta! È che ci veniva da ridere, e se ci fate caso si vede anche!”. Si tratta della scena del film “Figli”, del 2020.

Infatti, al di là delle voci che potrebbero correre in merito, è sbagliatissimo associare quella coppia della finzione nella realtà. Erano affiatati, hanno mantenuto buonissimi rapporti anche dopo la rottura sentimentale, arrivando a recitare di nuovo insieme e sempre con grande intesa. Quando si misero insieme, Paola era stata già fidanzata di Rocco Tanica, altro personaggio noto essendo componente della Band Elio e le Storie Tese. Concludendo su Mastandrea, ha detto: “Il suo talento era indispensabile per il personaggio. All’inizio avevamo pensato dovesse essere un brutale energumeno. Poi abbiamo realizzato che servivano sfumature grottesche e registri parodistici. Per evitare qualunque genere di empatia. Qui non ci sono eroi negativi. Esiste esclusivamente l’idiozia del male. Il grande talento di Valerio ha saputo incarnarla”.

Il matrimonio di Paola Cortellesi

L’attrice oggi è ancora sposata con Riccardo Milani: i due sono legati in matrimonio dal 2011, ben 12 anni. Più volte il regista (tanto per restare in tema di amori che nascono sul luogo di lavoro) ha diretto sua moglie sul set. Il rapporto con lui non è caratterizzato da litigi, anzi, nello specifico dice: “Litighiamo nella dose legale minima insita nel matrimonio. Lui è impetuoso, però è il mio primo fan”. Regna l’amore in casa, c’è unione d’intenti. “Mi offre sicurezza. Percepisco protezione. È fantastico confrontarsi e crescere insieme”. Ci sono vantaggi nell’amare una persona che affronta la stessa professione quotidianamente: “A casa ci portiamo il lavoro, fatalmente non le tensioni. Che restano sul set”.

Continua a leggere su Chronist.it