La modella e influencer Siu è ricoverata in fin di vita all’ospedale Maggiore di Novara con un foro nel petto: è giallo sulle cause dell’incidente

È un vero e proprio mistero quello del ricovero dell’influencer Sui, che si trova in fin di vita nell’ospedale Maggiore di Novara a causa di un foro nel petto. Il giallo della modella – il cui vero nome è Soukaina El Basi, che ha più di 80mila follower su Instagram – ha inizio con una telefonata fatta dal marito, Jonathan Maldonado, al 118. Avvenuta precisamente giovedì 18 maggio.

Giunti immediatamente nell’abitazione di Chiavazza, in provincia di Biella, i sanitari hanno trovato numerose tracce di sangue e la 30enne di origine marocchina riversa per terra con un foro nel petto. La prima spiegazione del marito è stata quella secondo cui Siu si era ferita cadendo contro lo spigolo della cassettiera. In maniera del tutto accidentale.

Mentre i sanitari la caricavano sull’ambulanza, la donna, ancora cosciente, ha ripetuto la versione del marito. La 30enne influencer è ora ricoverata in terapia intensiva e in prognosi riservata, a seguito di un arresto cardiaco. Al momento le sue condizioni sono stabili ma critiche. Nessuno dunque può farle visita. Nemmeno il marito e le due figlie (che erano in casa al momento dell’incidente) o la famiglia giunta in Italia dal Marocco.

Nel frattempo, la Procura di Biella si sta occupando della faccenda per cercare di far luce sullo strano accaduto. Gli inquirenti, con lo svolgersi delle indagini, stanno scoprendo dei lati della vittima piuttosto diversi dai post sui social. Alcune fonti vicine all’inchiesta, che riporta il Corriere della Sera, riferiscono che non sarebbe una coppia felice. La tensione crescente tra i coniugi sarebbe infatti confermata dall’analisi di messaggi, foto e video consegnati da amici e familiari agli inquirenti.

La polizia scientifica, inoltre, starebbe cercando indizi nell’abitazione di Chiavazza per spiegare come Siu si sia fatta la ferita sul petto. Malgrado non sia formalmente indagato, Jonathan Maldonado è al centro delle investigazioni.

Continua a leggere su Chronist.it