Sembrava utopia, invece Luxottica dal 1° aprile inizierà ufficialmente la sperimentazione della settimana corta. Circa 600 dipendenti dei vari stabilimenti del marchio, da aprile concluderanno la settimana lavorativa di giovedì, invece che di venerdì. Il tutto mantenendo immutato lo stipendio.

Settimana corta alla Luxottica: le novità

La sperimentazione della settimana corta alla Luxottica avrà inizio nel mese di aprile. Inizialmente saranno circa 600 dei 15mila dipendenti dell’azienda produttrice d’occhiali a provare la settimana lavorativa di 4 gironi. Nello specifico delle 20 settimane in cui è prevista la sperimentazione, 15 giorni saranno a carico dell’azienda, mentre i restanti 5 saranno considerati permessi retribuiti. Ovviamente la novità non riguarderà tutti i settori, poiché la produzione dovrà restare la medesima. Dunque, almeno attualmente non saranno coinvolti nella settimana corta gli impiegati, gli addetti alla logistica, attrezzisti e manutentori.

Potrebbe interessarti anche: Brancaccio, il tennista napoletano fischiato a Napoli per colpa delle scommesse

Le parole del segretario generale della Filctem

Tra l’altro, secondo i primi dati al riguardo, sembrerebbe che ad usufruire della settimana corta di Luxottica saranno principalmente giovani e anziani. A tal riguardo, è intervenuto Michele Corso, segretario generale della Filctem Cgil del Veneto. “Sembra che la presenza di lavoratrici, cioè le figure dalle quali ci si attende una maggiore esigenza di conciliazione di tempi di vita e di lavoro, sia inferiore rispetto a quella di addetti giovani e dei più anziani. Probabilmente questi ultimi cercano nella settimana corta di avere più tempo libero. Mentre le prime sono già abbastanza soddisfatte delle misure di welfare fruibili da anni in azienda. Preferiscono, dunque, non rimettere in discussione un’articolazione dei propri impegni giornalieri aderendo a schemi nuovi”.

Continua a leggere su Chronist.it