Il bus è costretto a saltare le fermate perché le strade di Roma sono “impraticabili” per via delle troppe buche che hanno invaso la città. Il bus della linea 08 Tpl nel quartiere di Casal Palocco, in viale Alessandro Magno, non circolerà nel tratto stradale in direzione del capolinea di via Antifane. I conducenti dei mezzi di trasporto pubblico ritengono “impossibile” percorrere la strada senza apportare danni all’autobus. Anche “a velocità ridottissima”, diventa un’impresa non arrecare danni al fondo dell’autobus, alla carrozzeria e alle parti meccaniche.

La percorrenza su quella strada ha subito delle deviazioni su strade alternative, costringendo il mezzo a variare il percorso, deviandolo nelle vie limitrofe. Non è il primo caso e si teme non sarà l’ultimo. Nello stesso tragitto c’era stata una rettifica del percorso già a luglio 2019 e un anno e mezzo dopo è capitato lo stesso alla linea 016 di Atac.

Sempre più allarme buche stradali a Roma: le condizioni dell’asfalto

Il manto stradale, che nella zona in questione copre un tratto di ben sei chilometri a doppia corsia tra via Alessandro Magno e via Gorgia di Leontini, è stato sollevato dalle radici dei pini, rendendo l’asfalto pericolosamente sconnesso. Il problema è piuttosto diffuso in tutta Roma e non è solo causato dalle radici degli alberi. Proprio qualche giorno fa Il Messaggero riportava una statistica che evidenziava un picco di infortuni per i pedoni a causa delle buche presenti anche sui marciapiedi. Quello della Capitale è un problema che affligge i cittadini romani, ormai abituati ai ripetuti disagi.

Il disagio nel quartiere di Casal Palocco era già stato reso noto dal Consorzio Casal Palocco che ha portato avanti una battaglia legale con l’amministrazione municipale. Il pomo della discordia era la proprietà della strada, secondo il Municipio tutte private. Per i quasi 5mila consorziati lo sarebbero solo in parte: trenta anni fa, infatti, avevano ceduto al comune capitolino ventidue strade su novanta, tra queste proprio via Alessandro Magno e via Gorgia di Leoncini. Il Consorzio ha avuto la meglio e il Municipio si è trovato costretto a stanziare i fondi per aggiustare le strade. Il totale di 4,6 milioni di euro, diventato ora di 4,3, potrebbe non essere sufficiente per rifare completamente le due strade principali nel quartiere romano.

Le strade dovevano essere sistemate già da tempo, ma le classiche lungaggini burocratiche hanno fatto slittare la data di inizio dei lavori a questa estate, salvo nuovi imprevisti. Sistemare queste strade è di grande importanza per i cittadini locali, poiché si collegano con la Cristoforo Colombo, in un verso, e con via dei Pescatori, nell’altro.

Continua a leggere su Chronist.it